11.09.2011 - CIV Vallelunga, Report Gara Stampa
Gara da protagonista e podio per Danilo ed il team QDP nella Moto2

Il penultimo appuntamento del Campionato Italiano Velocità si è celebrato sul tracciato laziale di Vallelunga, caratterizzato per l’intero fine settimana da un caldo torrido che ha messo a dura prova non solo i piloti ma anche i tecnici impegnati ai box. Spettacolare e avvincente, la gara della Classe Moto2 ha avuto tra i suoi protagonisti Danilo Marrancone alla guida della Bimota del Team QDP. Partito dalla decima posizione in griglia di partenza, Danilo Marrancone è rimasto attardato nel gruppo degli inseguitori perdendo alcune posizioni ma non ha ceduto le armi e si è impegnato in una rimonta grintosa. Con il passare dei giri è giunto sino alla settima posizione alle spalle di Mattia Tarozzi e ha ingaggiato un confronto che ha visto i due piloti scambiarsi più volte la posizione. L’esperienza e il talento di Danilo Marrancone sono emersi all’ultima tornata quando è riuscito a sopravanzare l’avversario tagliando il traguardo in seconda posizione. Il Team QDP e Danilo Marrancone difenderanno il terzo posto in Classifica di Campionato nell’ultima gara del CIV al Mugello il 23 ottobre.

Nicola Zucca – Team Manager Team QDP
"Sono molto soddisfatto per il risultato di Danilo in gara e per il lavoro che ha saputo svolgere con il team. Tutti hanno dato il massimo e abbiamo colto il meritato riconoscimento dopo un fine settimana intenso che ci ha visto per la prima volta assoluta affrontare il tracciato laziale. Il clima sereno e la professionalità dello staff tecnico si abbinano al buon feeling e alla efficace collaborazione che abbiamo instaurato con la Bimota".
 
Danilo Marrancone – 2° posizione
"Sono contento del podio ma mi dispiace perché sono consapevole che avevamo il potenziale per vincere la gara. Durante il week end il team ha lavorato benissimo e siamo riusciti a mettere a punto la moto nonostante fosse il nostro esordio su questa pista. Subito dopo la partenza sono stato frenato da alcuni piloti e nel primo giro ci siamo giocati il risultato. Appena le gomme sono entrate in temperatura ho spinto al massimo e recuperato molte posizioni. Con Tarozzi è stato un confronto impegnativo, anche duro e ci siamo toccati ma non mi sono dato per vinto. Ho visto che lui frenava al limite e all’ultimo giro l’ho affiancato grazie alla scia e l’ho indotto a sbagliare la frenata. Cosi sono passato davanti e ho concluso secondo. Dedico questo podio al Team QDP e alla Bimota, mi dispiace per l’inconveniente meccanico subito al Mugello che ci ha fatto perdere punti e la possibilità per la vittoria del Campionato".
 

Vai alla galleria fotografica...