• Sponsor Danilo Marrancone
  • Sponsor Danilo Marrancone
  • Sponsor Danilo Marrancone
  • Sponsor Danilo Marrancone
  • Sponsor Danilo Marrancone
     
25.06.2011 - CIV Misano, Report Gara 1 PDF Stampa E-mail
Terzo gradino del podio del team QDP e Marrancone con le Bimota Hb4

Il terzo Round del Campionato Italiano Velocità classe Moto2, si è concluso oggi per Danilo ed il Team QDP con uno sfavillante podio  conquistato con tenacia e risolutezza. Danilo Marrancone scattato dal terzo posto in griglia di partenza della Moto2, ha affrontato con decisione diciotto giri nei quali è riuscito a mantenere la propria posizione, conquistando il terzo gradino del podio, malgrado stesse provando nuove soluzioni di set-up. Un risultato importante che lo vede ora in terzo in Classifica di Campionato. I successi di oggi hanno confermato l’ottima collaborazione tra il Team e Bimota Experience, il talento del pilota ed il potenziale della HB4. Il week end di Misano proseguirà nella giornata di domani con  la quarta gara di Campionato prevista per la stagione 2011.

Riccardo Grimoldi – Team Manager Team QDP
“Un plauso a Davide e a Danilo che ci hanno entusiasmato con una gara emozionante dall’inizio alla fine. Il test in programma per settimana scorsa è stato annullato ed i successi di oggi fanno onore all’intenso lavoro svolto ai box in questi giorni dalla squadra in collaborazione con i tecnici Bimota e naturalmente al potenziale che abbiamo sempre riconosciuto in entrambi i piloti. Non avendo avuto l’opportunità di svolgere tali test, abbiamo provato nuove soluzioni di set-up anche durante la gara.. Danilo ha avuto alcune difficoltà soprattutto nei primi giri ma come sempre ha dimostrato il proprio talento e la capacità di adattarsi, conquistando il terzo gradino del podio. Questi sono i risultati a cui ambisce il Team e che danno un’iniezione di fiducia anche per la gara di domani”.

Danilo Marrancone – 3° posizione
“Sono abbastanza contento del risultato che ci ha fatto guadagnare punti importanti nella classifica di campionato e che ci dimostra che non siamo lontani dalla vetta nella lotta per il titolo. Abbiamo apportato alcune modifiche alla moto, che sono state provate direttamente in gara, rendendo la competizione più impegnativa e combattuta fino all’ultimo giro. Ho innescato da subito una bagarre con Menghi e Tarozzi ma purtroppo ho perso secondi preziosi e a causa di un feeling non ottimale con l’anteriore al Curvone, non ho potuto imporre il ritmo che speravo. Sono comunque felice di essere arrivato a podio anche in questa gara e voglio ringraziare la squadra per l’impegno e il lavoro svolto in questi giorni”

Vai alla galleria fotografica...