• Sponsor Danilo Marrancone
  • Sponsor Danilo Marrancone
  • Sponsor Danilo Marrancone
  • Sponsor Danilo Marrancone
  • Sponsor Danilo Marrancone
     
moto2, Assen 2010: La Bimota HB4 sfiora il podio PDF Stampa E-mail
Intense emozioni per la Bimota durante la tappa del GP di Olanda: l’inizio di campionato ancora incentrato sullo sviluppo e la messa a punto ha dato ragione agli sforzi di un gruppo i quali non hanno tardato a portare grandi risultati. Nella tappa di Assen, infatti, la HB4 ha ottenuto un ottimo secondo posto nelle le qualifiche del sabato ed una quarta piazza in gara, dimostrando di avere un potenziale molto elevato. Risultati preziosi che nascono da un maggior affiatamento del pilota e del team con la nuova moto ma anche da importanti miglioramenti tecnici ed aerodinamici portati in pista dal costruttore riminese. Di fatto lo sviluppo continua e Bimota resta ferma nelle sue intenzioni di evolvere un prodotto che possa fare la differenza nella categoria Moto2. Lo sparuto gruppo del reparto Experience diretto dal progettista Andrea Acquaviva e formato dal designer Enrico Borghesan, dal tecnico Claudio Di Luzio (già al fianco di Frankie Chili in SBK per diversi anni) e dal collaudatore Danilo Marrancone, non si è mai fermato testando continuamente nuove soluzioni e trovando importanti miglioramenti che hanno interessato la ciclistica ma  soprattutto l'aerodinamica. Scendendo nello specifico dei risultati, Ratthapark Wilairot (team Stop and Go)  è arrivato a due decimi di secondo di distanza dal primo classificato nelle qualifiche ed ha sfiorato il podio con un distacco di soli 5 secondi dal vincitore, a pochi centesimi dalla terza piazza. Bernat Martinez, invece, si è avvicinato alla zona punti, con un netto miglioramento rispetto alle gare antecedenti. Grande soddisfazione quindi per il reparto corse che ha creduto da subito nel progetto Moto2 Bimota, il quale, sebbene acerbo, già nei primissimi test invernali in Spagna aveva dato segnali promettenti: Danilo Marrancone infatti in sella alla neonata HB4 aveva fatto registrare ottimi tempi migliorando costantemente ad ogni uscita.