• Sponsor Danilo Marrancone
  • Sponsor Danilo Marrancone
  • Sponsor Danilo Marrancone
  • Sponsor Danilo Marrancone
  • Sponsor Danilo Marrancone
     
                                   
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
10.10.2012 - Mondiale Supersport, report gare PDF Stampa E-mail
Si conclude a Magny-Cours l’avventura nel Campionato Mondiale Supersport tra Danilo ed il team Kuja Racing

Ha dato sicuramente i suoi frutti il lavoro iniziato tra il team Kuja ed il nuovo pilota Danilo Marrancone.
Dopo solo tre gare (Silverstone non è stata praticamente disputata per problemi di elettronica), grazie a modifiche anche radicali, ci si è spinti sotto la soglia dei 2 secondi e questo fa capire che l
e cose iniziano ad andare nel verso giusto,
considerata la difficile stagione vissuta dal team finora.
Con un costante lavoro al box e in pista Danilo ha trovato il giusto
feeling sul circuito francese di Magny-Cours ed il warm-up è stato ancora più entusiasmante ottenendo il decimo tempo su una pista completamente bagnata, a conferma dell'ottimo lavoro effettuato sulla ciclistica.
Purtroppo la gara non è andata come ci si aspettava dalle prove costantemente positive, i primi giri sono stati penalizzati dal ripresentarsi di noie elettroniche già riscontrate nelle precedenti gare fino poi alla rottura del motore che ha costretto il pilota al ritiro. Un vero peccato per Marrancone ed il team Kuja, che, dopo quattro gare affrontate senza alcun test, hanno mostrato un grosso passo in avanti rispetto alle precedenti nove gare disputate con altri 4 piloti
.

 Maurizio Cucchiarini - Team Manager
"E’ stata una lunga stagione quella appena conclusa sul tracciato di Magny Cours, iniziando a fine febbraio in Australia dopo 13 gare si è arrivati fin qui. Un campionato dove il team ha dovuto sopperire soprattutto all’instabilità di un pilota fisso. Cinque se ne sono susseguiti durante la stagione e quindi non è stato possibile proseguire il lavoro necessario per ottenere risultati di rilievo. Con Danilo sono solo 4 gare che corriamo e senza test non è facile trovare la messa a punto perfetta, in quest’ultima gara si è visto comunque un netto miglioramento, anche adottando delle soluzioni tecniche differenti, che hanno portato il nostro pilota a meno di 2 secondi dalla Pole position. Purtroppo la gara si è svolta in condizioni molto precarie, con l’asfalto bagnato ma senza pioggia e con il pilota costretto prima al rientro ai box per il controllo della gomma posteriore e successivamente al ritiro. E’ stata la peggiore condizione che si poteva trovare, soprattutto dopo aver finito il warm up in decima posizione con condizioni ancor più difficili, dimostrando che finalmente avevamo preso la strada giusta per essere competitivi."

Danilo Marrancone
"Sono state cinque gare difficili e con una gran mole di lavoro per risolvere alcune problematiche tecniche e rendere la moto competitiva rispetto alle precedenti gare svolte dal team con altri piloti, questo era il nostro obbiettivo ed in parte è stato raggiunto considerando il risultato di questa ultima gara in Francia. Purtroppo la gara di Silverstone non l’abbiamo praticamente disputata per problemi di elettronica e quindi abbiamo cercato di dare il meglio nelle prove libere e qualifiche delle successive quattro gare senza la possibilità di fare alcun test. Questo ha sacrificato il metodo di lavoro perché, prima di poter lavorare sulla ciclistica ed i vari setting della moto, il team si è dovuto concentrare sull’elettronica e sul motore per risolvere le noie che ormai si erano costantemente presentate nelle precedenti gare. Nonostante tutto, sono contento perché la moto ha risposto bene alle regolazioni e sembra che pian piano le soluzioni adottate abbiano portato miglioramenti concreti rispetto a quando ho provato l'ho guidata per la prima volta. Abbiamo trovato la giusta direzione per il mio stile di guida, tanto che in alcuni settori guidati riuscivo a portarmi fino alla decima posizione. È stato fatto un buon lavoro per quanto riguarda la staccata, l‘inserimento e la percorrenza di curva, ma ci è mancata trazione ed accelerazione, penalizzandoci molto nei circuiti con lunghi rettilinei, dove la differenza di velocità si è fatta notare. Sono soddisfatto perché arrivare a meno di 2 secondi dai primi è per noi un buon risultato, soprattutto in un campionato “tirato” come quest’anno. Peccato poi per gli inconvenienti tecnici di Magny-cours che ci hanno costretti al ritiro in una gara dove la zona punti si era mostrata alla nostra portata sin dalle prove e confermata dal decimo posto registrato al warm-up."
 
 

Vai alla galleria fotografica...    

 
07.08.2012 - Mondiale Supersport: il Kuja Racing ingaggia Danilo Marrancone PDF Stampa E-mail
 Danilo in sella alla Honda CBR dalla prossima gara di Silverstone

Nel campionato motociclistico della Supersport, classe praticamente gemella alla più nota Superbike rispetto alla quale differisce soltanto per la cilindrata delle moto, un’importante operazione per quanto concerne il mercato piloti delle due ruote è stato messo a segno poche ore fa. Il team Kuja Racing di Maurizio Cucchiarini, infatti, mette alla guida della propria moto il pilota italiano classe 1983 originario di Sant’Omero in provincia di Teramo, Danilo Marrancone. Vice campione europeo nel 2007 della categoria 600 Supersport e vice campione italiano nel 2008 nella categoria 600Ss, succede sulla sella della moto del team Kuja Racing all’altro pilota italiano Massimo Roccoli che ha partecipato nel gran premio della Repubblica Ceca. Danilo guiderà la moto a partite dalla prossima gara che si terrà in Inghilterra sull’affascinante circuito di Silverstone, il regno della velocità, per poi proseguire sul nuovo circuito costruito a Mosca (moscow raceway), al nurburgring, a portimao ed infine sulla pista di magny-cours. L’annuncio dell’ufficialità dell’operazione è stato dato dallo stesso team Kuja Racing, con questa mossa il team cercherà di dare una decisa sterzata ad una stagione che fino ad ora è stata al di sotto delle aspettative ed avara di risultati positivi. Proprio Maurizio Cucchiarini annunciando l’approdo di un pilota esperto e di sicuro affidamento come Marrancone, ha sottolineato come la volontà del team sia quella di ripartire da zero con scelte diverse da quelle fatte ad inizio stagione, evidentemente sbagliate, e con la quale sia possibile anche potere gettare delle solide base per la stagione agonistica 2013, iniziando di fatto un percorso comune di sviluppo e di crescita che lo stesso Cucchiarini spera sia il più costante possibile. Naturalmente soddisfatto ed entusiasta per questa nuova opportunità concessagli da Maurizio Cucchiarini, Marrancone si è detto entusiasta, sottolineando però, che per poter essere competitivi in un campionato difficile come questo della Supersport occorre attendere il tempo fisiologico affinchè ci sia una crescita complessiva di pilota e moto.

Maurizio Cucchiarini
”Abbiamo avuto parecchi problemi in questa stagione ed ora ho voluto fare molti cambiamenti: piloti, organico e metodo di lavoro che dovranno essere una base anche per la stagione 2013. Abbiamo fatto scelte sbagliate all’inizio della stagione che ci hanno portato molte conseguenze negative, ancora ci portiamo dietro e non sarà facile risolvere immediatamente, continuiamo però l’evoluzione della squadra e siamo disposti sempre a metterci in gioco per iniziare nuovamente con la grinta, la passione e lo spirito di sempre. Danilo ha voglia e credo anche le capacità di iniziare un lavoro difficile da portare avanti. Il nostro obbiettivo è crescere e migliorare costantemente."

Danilo Marrancone
”Sono molto contento di questa opportunità, abbiamo deciso di iniziare un discorso di sviluppo che avrà bisogno di un pò di tempo per essere competitivi come questo campionato chiede. Il livello di questa stagione è altissimo, il nostro obbiettivo è quindi trovare un metodo di lavoro che permetta al team di crescere il più possibile"

Vai alla galleria fotografica...    

 
 
02.10.2011 - Mondiale Supersport, Magny Cours PDF Stampa E-mail
Novità in casa Bike Service in partenza per la Francia, Marrancone sostituisce l'infortunato Marconi

La stagione prosegue a ritmo frenetico. Neppure il tempo di tornare a casa da Imola che il team è sta già partendo per la Francia dove il prossimo week-end si correrà il penultimo appuntamento del Mondiale Supersport sull’ avveniristico circuito di Magny Cours. Luca Marconi, dopo aver tentato con ogni sua forza di vincere la sfida con il dolore per l’infortunio alla scapola, si è dovuto arrendere. Al suo posto il team ha deciso di schierare Danilo Marrancone. E’ stato scelto il pilota abruzzese residente a Rimini perché conosce già la squadra:  ha gareggiato con il Bike Service Racing Team per due stagioni (nel 2007 e 2008) conquistando il secondo posto sia nel Campionato Europeo che nell’ Italiano. La partecipazione a questa gara è un po’ un gesto di gratitudine della squadra verso un pilota che in passato ha difeso al meglio i colori bianco-azzurri.

Danilo Marrancone
"Sono davvero felice. Ringrazio di cuore il Bike Service Racing Team per avermi offerto questa grande opportunità ed il team QdP e Bimota, per cui gareggio abitualmente in Moto2, che mi hanno concesso di partecipare. Non salgo su una Yamaha dal 2008 e non ho mai corso a Magny Cours: prevedo che sarà un week-end difficile. Il Mondiale Supersport è un campionato agguerrito, con molti piloti veloci, ma darò il massimo per ripagare il Bike Service Racing Team  della fiducia che ha riposto in me
".


Vai alla galleria fotografica...    

 
23.10.2011 - CIV Mugello, Report Gara PDF Stampa E-mail
Danilo chiude al terzo posto il Campionato Italiano Moto2

Con l’appuntamento del Mugello termina la prima stagione moto2 nel campionato Italiano. Danilo ed il team Qdp–Bimota hanno terminato il Campionato ai vertici della classifica finale con un terzo posto assoluto dietro a Tarozzi ed Andreozzi. In otto gare del CIV Danilo è stato protagonista salendo quattro volte sul podio ed ottenendo tre secondi posti. Marrancone termina al quarto posto l’ultima gara di campionato al mugello, dovendo fare i conti con una precoce usura dei pneumatici per via delle gelide temperature, gara difficile da portare al termine quanto importante per difendere il terzo posto in campionato.

Danilo Marrancone – 4° posizione
"Avrei preferito chiudere la stagione festeggiando sul podio ma al Mugello è stato un weekend davvero difficile e soprattutto triste per la scomparsa di Simoncelli. Giovedi la pista era bagnata e non abbiamo potuto provare nuove soluzioni come da programma, purtroppo le prove effettuate durante il weekend non mi hanno trasmesso il feeling necessario per lottare per il podio. È stata una gara difficile da portare a termine in quanto solo dopo 6 giri i pneumatici hanno ceduto per via del freddo ma era importante raccogliere più punti possibili per difendere il terzo posto nella classifica di campionato, il titolo era già compromesso per l’inconveniente tecnico subito nella sesta tappa al Mugello. Penso che in campionato avremmo potuto fare meglio se ci fosse stata la possibilità di fare test ma nonostante i pochi chilometri percorsi durante la stagione siamo riusciti nei weekend di gara a sistemare la moto ed essere competitivi. Tutto sommato sono orgoglioso di questa stagione, siamo stati un bel gruppo con grandi qualità professionali ed umane, carichi e determinati. Rinnovo il ringraziamento al team Qdp e Bimota per aver creduto nelle mie potenzialità, a tutti i tecnici e collaboratori della squadra, ai ragazzi dell’hospitality, ai miei sponsor e della squadra e a tutti i ragazzi che ci hanno seguito, supportato e dato carica in ogni gara".
 

Vai alla galleria fotografica...    

 
11.09.2011 - CIV Vallelunga, Report Gara PDF Stampa E-mail
Gara da protagonista e podio per Danilo ed il team QDP nella Moto2

Il penultimo appuntamento del Campionato Italiano Velocità si è celebrato sul tracciato laziale di Vallelunga, caratterizzato per l’intero fine settimana da un caldo torrido che ha messo a dura prova non solo i piloti ma anche i tecnici impegnati ai box. Spettacolare e avvincente, la gara della Classe Moto2 ha avuto tra i suoi protagonisti Danilo Marrancone alla guida della Bimota del Team QDP. Partito dalla decima posizione in griglia di partenza, Danilo Marrancone è rimasto attardato nel gruppo degli inseguitori perdendo alcune posizioni ma non ha ceduto le armi e si è impegnato in una rimonta grintosa. Con il passare dei giri è giunto sino alla settima posizione alle spalle di Mattia Tarozzi e ha ingaggiato un confronto che ha visto i due piloti scambiarsi più volte la posizione. L’esperienza e il talento di Danilo Marrancone sono emersi all’ultima tornata quando è riuscito a sopravanzare l’avversario tagliando il traguardo in seconda posizione. Il Team QDP e Danilo Marrancone difenderanno il terzo posto in Classifica di Campionato nell’ultima gara del CIV al Mugello il 23 ottobre.

Nicola Zucca – Team Manager Team QDP
"Sono molto soddisfatto per il risultato di Danilo in gara e per il lavoro che ha saputo svolgere con il team. Tutti hanno dato il massimo e abbiamo colto il meritato riconoscimento dopo un fine settimana intenso che ci ha visto per la prima volta assoluta affrontare il tracciato laziale. Il clima sereno e la professionalità dello staff tecnico si abbinano al buon feeling e alla efficace collaborazione che abbiamo instaurato con la Bimota".
 
Danilo Marrancone – 2° posizione
"Sono contento del podio ma mi dispiace perché sono consapevole che avevamo il potenziale per vincere la gara. Durante il week end il team ha lavorato benissimo e siamo riusciti a mettere a punto la moto nonostante fosse il nostro esordio su questa pista. Subito dopo la partenza sono stato frenato da alcuni piloti e nel primo giro ci siamo giocati il risultato. Appena le gomme sono entrate in temperatura ho spinto al massimo e recuperato molte posizioni. Con Tarozzi è stato un confronto impegnativo, anche duro e ci siamo toccati ma non mi sono dato per vinto. Ho visto che lui frenava al limite e all’ultimo giro l’ho affiancato grazie alla scia e l’ho indotto a sbagliare la frenata. Cosi sono passato davanti e ho concluso secondo. Dedico questo podio al Team QDP e alla Bimota, mi dispiace per l’inconveniente meccanico subito al Mugello che ci ha fatto perdere punti e la possibilità per la vittoria del Campionato".
 

Vai alla galleria fotografica...    

 

 

Fun Area